il metodo KALIBRA®

Un metodo codificato e riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale.
Adottato per la cura dell’obesità da migliaia di medici in tutto il mondo.

Il Metodo Kalibra® | Very Low Calory Ketogenic Diet

l’approccio vlckd

La dieta Kalibra® si basa un Protocollo dietetico medico VLCKD (Very Low Calory Ketogenic Diet), ideato nel 1971 dal Prof. Blackburn dell’Università di Harvard.

Si tratta di un protocollo normoproteico, dal momento che l’apporto di proteine giornaliero è in linea con il fabbisogno fisiologico, ed è anche ipocalorico per via del ridotto apporto di glucidi e lipidi. Si tratta di una terapia dietetica, tesa al rapido raggiungimento dell’equilibrio ponderale, attraverso tre fasi: dimagrimento, transizione, mantenimento.

Nel tempo, l’efficacia del protocollo ne ha favorito la diffusione a livello mondiale, diventando una dieta di riferimento per moltissimi specialisti che si occupano di sovrappeso e obesità.

le fasi della dieta

Il protocollo prevede tre fasi fondamentali: una prima fase di vero e proprio dimagrimento. Una seconda fase di transizione, che consiste nella graduale reintroduzione di alimenti a maggior contenuto glucidico. Infine,un’ultima fase di mantenimento, finalizzata al raggiungimento dell’equilibrio alimentare.

scopri le fasi

La storia della dieta VLCKD

1971-1975:

Il professor Blackburn, Università di Harvard,definisce il primo protocollo della Dieta Proteica. Chiama questo studio PSMF, ovvero Protein Sparing Modified Fasting.

1975:

Il Professor Marineau traduce PSMF con la dicitura “Jeune proteiné”, in italiano Digiuno Proteico. Era necessaria, infatti, una più chiara distinzione tra il metodo Blackburn e le diete iperproteiche come la dieta Atkins. Negli anni successivi la dieta ottiene riscontri positivi: comincia la diffusione del metodo della Dieta Proteica, e milioni di pazientivengono trattati con successo.

1993:

La Dieta Proteica acquisisce la convalida del protocollo da parte del ministero della salute statunitense.

1997:

Il professor Bjorntorp approfondisce lo studio del protocollo, pubblicando il risultato delle sue ricerche sulla rivista Lancet.

2003:

Dal 2003 al 2010 la Dieta Proteica (VLCKD) viene suggerita dal ministero finlandese come terapia di prima intenzione nel programma per la prevenzione dell’obesità associata a fattori di rischio quali diabete di tipo 2, intolleranza al glucosio, dislipidemia e ipertensione.

2004:

L’Associazione Italiana di dietetica e Nutrizione clinica (ADI) afferma che “la dieta chetogenica si pone come un’interessante alternativa ad altri percorsi terapeutici ed è da considerare soprattutto laddove sia richiesto un calo ponderale rapido, che aiuti al contenimento del rischio globale di salute e alla motivazione del paziente.” (1)

(1) FONDAZIONE ADI: POSITION PAPER - ADI 2014;6:38-43

Voglio raccontare la mia esperienza in SDM perché tutti noi abbiamo il diritto di essere felici in salute e se vogliamo anche un po’ fanatici del nostro corpo.

Leggi la testimonianza

Ho sempre avuto vicino il sostegno della dottoressa che è stata a mia disposizione.

Leggi la testimonianza

Dopo tante diete finalmente quella giusta.

Leggi la testimonianza

Questa dieta ha realmente il dono, grazie anche all’enorme sostegno medico, di produrre i suoi effetti benefici in tempi relativamente brevi.

Leggi la testimonianza

La dieta Kalibra® mi ha cambiato la vita, finalmente potevo entrare in qualsiasi negozio di abbigliamento e scegliere ciò che più mi piaceva e non comprare ciò che trovavo.

Leggi la testimonianza

In circa un anno e mezzo ho perso 40 Kg, sono ritornato al mio perso forma ed ho ricominciato a fare tante cose che avevo smesso perché rese difficili, se non impossibili, dal troppo peso (immersioni, equitazione…).

Leggi la testimonianza

domande frequenti

Leggi tutte le F.A.Q.

Perché la dieta Kalibra® è soggetta a controllo medico?

La dieta Kalibra® è una dieta personalizzata, costruita in funzione dello stato di salute del paziente, del suo metabolismo e dei suoi obiettivi di peso. E’ fondamentale quindi che il dimagrimento venga monitorato da un medico, per poter dare il giusto supporto al cambiamento, e adeguare la dieta seguendo la risposta di ognuno. Inoltre il meccanismo fisiologico della chetosi è basato su un equilibrio metabolico che deve essere opportunamente mantenuto e controllato da un esperto, affinché il dimagrimento sia costante ed efficace.